Strict Standards: Declaration of JCacheControllerPage::store() should be compatible with JCacheController::store($data, $id, $group = NULL) in /web/htdocs/www.planetariodiverona.it/home/libraries/joomla/cache/controller/page.php on line 199
La sonda DAWN e il suo viaggio tra Vesta e Cerere - Planetario di Verona

Planetario di Verona

...il tuo passaporto per l'Universo!

PRENOTAZIONE PRESENTAZIONI PLANETARIO

al momento non sono disponibili eventi pubblici con il planetario

 

PRENOTAZIONE CORSI

al momento non sono disponibili eventi pubblici con il planetario


Strict Standards: Declaration of JCacheControllerView::get() should be compatible with JCacheController::get($id, $group = NULL) in /web/htdocs/www.planetariodiverona.it/home/libraries/joomla/cache/controller/view.php on line 137

Sonda DAWN - modellino di cartaDawn è il nome della sonda lanciata dalla NASA il 27 Settembre 2007 con lo scopo di studiare il pianeta nano Cerere e l'asteroide Vesta, fatto che la rende la prima sonda a orbitare attorno a due oggetti celesti diversi (ad esclusione della Terra). Altre sonde hanno eseguito dei sorvoli di più oggetti celesti, come la sonda Cassini e la sonda Galileo. (nell'immagine il modellino della sonda Dawn che può essere costruito durante i nostri laboratori, contestualizzato con l'asteroide Vesta)

 

Gli obiettivi di questa missione sono stati scelti con lo scopo di comprendere la formazione ed evoluzione del nostro Sistema Solare. Questi due oggetti, Vesta e Cerere, si trovano nella cosiddetta fascia principale di asteroidi, tra le orbite di Marte e Giove. Sono due oggetti differenti tra loro, fatto che porta a pensare che si siano formati in zone differenti del Sistema Solare, per poi "migrare" e ritrovarsi entrambi nella medesima zona orbitale. Le ipotesi sono che Cerere si sia formato in una zona fredda e umida, con la possibilità quindi che abbia acqua nel sottosuolo, mentre Vesta dovrebbe essersi sviluppato in una zona più calda e secca, con evidenze di processi di vulcanesimo sulla sua superficie.

Questa sonda è stata portata nello spazio dal vettore Delta II dotato di tre propulsori ionici (del tipo installati sulla sonda Deep Space One). Il lancio è avvenuto il 27 Settembre 2007 e l'arrivo su Vesta è avvenuto nel 2011. Nel febbraio 2015 invece sarà la volta dell'arrivo su Cerere, con la fine missione fissata 5 mesi più tardi, anche se è al vaglio la possibilità di prolungare la missione per visitare altri corpi della fascia d'asteroidi.

Durante la fase di avvicinamento a Vesta, la sonda ha subito un guasto al motore numero 1, ma ha potuto proseguire le operazioni con il motore numero 2. Poi si è tentato di riattivare il motore n.1 con una operazione di "spegnimento e riaccensione", che ha avuto successo. La missione non sarebbe comunque stata in pericolo dato che era sufficiente la propulsione residua. La missione ha avuto successo, fornendo le prime immagini in alta risoluzione di questo corpo celeste. Gran parte dell'asteroide è stato analizzato spettrograficamente (63%) e il 90% della sua superficie è stata ripresa fotograficamente.

Attualmente la sonda è in viaggio verso il suo secondo obiettivo, Cerere, che raggiungerà tra circa 7 mesi (febbraio 2015).

FaceBook  Twitter  
Vuoi essere aggiornato sulle novità del sito e sulle iniziative che andremo ad organizzare?

CONVENZIONI

Verona Giovani Card

PARTNERS

CONDIZIONI METEO